Libri

Assolo d’autore

Singole intriganti escursioni nell’immaginario.

Paula Wellman è una donna sola e un’agente FBI. Sa bene che si tratta delle due facce della stessa medaglia, come sa che il fatto di non avere famiglia le fa guadagnare un viaggio in Alaska alla caccia di un tenue collegamento tra l’esplosione di un’auto in cui è morta un’adolescente e un cold case. Sa anche che molti dei suoi colleghi maschi non mandano giù il fatto di dover lavorare con una donna, forse anche Dan Fusco, l’agente che viene esiliato al freddo insieme a lei.

Dopo che la moglie Adele è morta in circostanze mai del tutto chiarite, la vita di Zachary Walsh e della figlia Alice è stata sconvolta e Zach sta cercando di riscriverla. Per farlo ha messo quanti più chilometri possibile tra loro, un trauma doloroso e un passato per certi versi scomodo, e ha scelto di trasferirsi a Willow, dove abita la sorella della moglie e dove si muove Sam Pitka, il protagonista della sua fortunata serie di gialli. 

Zach non è felice di vedere l’FBI presentarsi alla sua porta e di essere di nuovo sotto la lente investigativa.
Paula si trova spiazzata di fronte a un uomo che sembra non fare nulla per allontanare da sé i sospetti.
Attorno a loro un gruppo di adolescenti ribelli, annoiati, che raccolgono e rilanciano sfide e delusioni, e l’inverno dell’Alaska alle porte, pronto a coprire tutto con il gelo della sua neve.

Tornando al mondo di Mike Summers, il poliziotto di Atlanta protagonista della sua prima serie, Monica Lombardi tratteggia un giallo raffinato che si intreccia a una storia familiare di rapporti fragili, danneggiati, forse vicini al dissolvimento. Il tutto in un’Alaska fatta di boschi sconfinati, stellate che tolgono il fiato e abitazioni isolate, un’ambientazione unica che sentirete sulla e sotto la vostra pelle.

Sam Bolton ha tutto nella vita.
È affascinante, ha successo, possiede una villa a Hollywood ed è circondato da una compagnia di amici eccentrici, attori come lui.
A ben pensarci, però, a Sam qualcosa manca.
Ed è l’amore, quello vero, profondo, che sconvolge e non lascia via di scampo.
Poi un giorno, durante una passeggiata sulla spiaggia di Venice, Luna, la sua Labrador, viene travolta da un piccolo Yorkshire attaccabrighe.
E Luna non sarà la sola a essere… travolta.
Sam dovrà infatti scendere a patti con i sentimenti che da subito scatena in lui la padrona del piccolo Wilde. Con quei suoi occhi grandi e i lunghi capelli dello stesso colore, Kerry, così lontana dal suo mondo patinato, potrebbe conquistargli il cuore e cambiargli per sempre la vita.

Claire Jackson, nome in codice Bluegirl. Da mesi la sua Agenzia, braccio operativo dell’Interpol, lavora per sgominare una pericolosa banda di criminali nota come Les Parisiens. La nuova sfida parte da un monastero irlandese e Claire non si tira indietro. Dall’Irlanda a Saint Tropez a Lucca, passando per il quartier generale di Losanna, Claire si muove tra incarichi sotto copertura e travestimenti, unico tratto distintivo il suo leggendario ciuffo blu. La missione: sgominare i Parigini. Possibilmente restando viva.
Fin da quando ha posato gli occhi su di lei nella sua nativa Irlanda, Nick Manion non riesce a dimenticare quella piccola, grintosa ragazza blu. I loro destini si sono incrociati una volta e torneranno a farlo, perché è Nick a volerlo. Les Parisiens hanno un conto aperto con Claire? Prima di riuscire anche solo a sfiorarla dovranno fare i conti con lui.
Claire e Nick sono spie abituate a muoversi, da sole, in un mondo pieno di insidie dove ciò che appare raramente è ciò che è. Può il cuore vincere sul dubbio, le minacce e i tradimenti?
La raccolta contiene anche i racconti “Gli occhi della paura”, “Silver nights”, “Let it snow” e il suo seguito “Joy to the world”, già apparsi sul blog La mia biblioteca romantica.

[Ingredienti] 1 piroscafo che porta lontano; 1 bambina che osserva tutto, e che tante cose capirà solo in seguito; 1 mamma che niente può fermare; 1 nonna un po’ bambina; 1 città che accoglie tra le sue mura; 1 nipote che raccoglie i ricordi; tanti anni che passano; 1 spruzzata di rimpianto per quello che non è mai stato raccontato.
[Preparazione] C’è la storia grande, quella che deciderà solo dopo molti anni i perché, i chi e i come, che si mescola a tante piccole storie, che appartengono a ognuno di noi.
La storia grande mette in moto le tante piccole, a volte rischiando di schiacciarle.
Ma ci sono persone che non si lasciano schiacciare, persone anche semplici ma in grado di insegnarci grandi lezioni di forza e dignità.
Ci sono viaggi in cui molto lasci, ma ancora di più ritrovi. E alla fine del viaggio, il tramandarsi di una semplice ricetta, il cucinare insieme, diventa il “detto” che trova spazio accanto al “non detto”.
La punta dell’iceberg. Che è poco, ma è pur sempre quello che ci indica tutto quello che rimane nascosto.
[Rimedio] È la ricetta che dimostra che è sempre possibile ricominciare, anche quando ci si è lasciati tutto alle spalle.